Gas ed elettricità, il servizio per alleggerire la bolletta

confronto gas

 

Grazie alla liberalizzazione del mercato, oggi è possibile confrontare prezzi e offerte dei vari operatori che forniscono gas ed elettricità. E siccome la spesa annua non è indifferente ma incide in maniera rilevante sul nostro portafoglio, vale la pena spendere qualche minuto per valutare il miglior fornitore in termini di qualità/prezzo.

 

Le imprese autorizzate a svolgere attività di vendita le trovate sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Nomi come A2A Energia, Edison, E.ON Energia, Enel, Eni, Vivigas, Iride Mercato, Sorgenia offrono tariffe competitive in grado di farvi risparmiare oltre 200 euro l’anno.

 

Il miglior strumento di confronto tariffe è il “Trova offerte” promosso dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, organo indipendente che garantisce la promozione della concorrenza e l’efficienza del settore.

 

Il servizio è molto semplice da utilizzare; inserite il consumo medio annuale, (lo trovate scritto nelle vostre bollette oppure potete calcolarlo sul sito) e il CAP. Otterrete i fornitori elencati in base alla tariffa richiesta.

 

I CONTI IN TASCA RISPARMIO ANNUO
Differenza massima di prezzo tra le tariffeper la fornitura di GAS e elettricita’ 200,00 euro a famiglia
2 persone con residenza a Milano – 1125 Sm3 di consumo annuo – abitazione 60 mq (fonte autorita.energia.it)

 

 

 

I 10 consigli per risparmiare gas in casa

 

– La temperatura in casa non dovrebbe superare i 20 gradi. L’eccesso di calore è dannoro per la salute. Con un grado in più rischia di far salire i consumi dal 7 al 10%.

 

– Installare un crono-termostato in un punto centrale della casa lontano da spifferi o fonti di calore.
Impostare la temperatura e gli orari di accensione regolandolo in base ai nostri fabbisogni.

 

– E’ consigliabile installare le valvole termostatiche sui radiatori per regolare i consumi e aumentare la temperatura solo nelle stanze il cui fabbisogno risulta maggiore.

 

– Mobiletti, copri-termosifoni e tende possono rappresentare una barriera alla libera circolazione dell’aria calda nelle vicinanze dei radiatori.

 

Il ricambio dell’aria è importante ma occorrono meno di 10 minuti. Fatelo nelle ore più calde della giornata.

 

La manutenzione degli impianti e della caldaia è importantissima. Se sono presenti fanghi o calcare nei radiatori, questo potrebbe provocare uno spreco di combustibile fino al 20%.

 

– L’aria va spurgata dai radiatori ogni anno prima di accendere il riscaldamento tramite la valvola di sfiato.
Questo permette un corretto funzionamento del calorifero. Se durante l’inverno non è completamento riscaldato può appunto essere un problema di aria al suo interno.

 

– Verificate i vostri infissi e le finestre. I vetri a doppia parete evitano dispersioni.

 

– Collocate dietro i radiatori posti sulle pareti esterne dei pannelli isolanti. Si trovano in commercio a pochi euro e permettono di non disperdere il calore evitando di riscaldare inutilmente la parete.

 

– Per chi ha il riscaldamento autonomo, meglio preferire una caldaia a condensazione con bruciatore modulante che garantisce la massima efficienza in qualsiasi condizione di funzionamento.

 

LEGGI ANCHE: Riscaldare una stanza in modo economico

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus


Scrivi il tuo commento