Partire dopo agosto: organizzare le vacanze al minor costo

dove andare dopo agosto

 

 

L’estate sta finendo, ma non la voglia di viaggiare! Succede spesso di tornare dalle ferie con mille idee in testa e tante nuove mete in mente. Mare, montagna, una città europea oppure – perché no – un coast to coast alla scoperta degli USA: mai porre limiti alla fantasia!
Di solito, però, a settembre il portafoglio piange e la necessità di risparmiare ha la meglio sulla voglia di avventura. Finisce così che ci si arrende ancora prima di averci provato e i sogni vanno a fare la muffa nel cassetto.

Eppure, con qualche accorgimento, viaggiare è possibile (e appagante!) anche se i fondi scarseggiano: basta pianificare bene gli spostamenti, utilizzare il web e mettere in pratica qualche piccolo trucco durante la vacanza.

Ecco i nostri consigli!

 

1. Partire in gruppo
Viaggiare in piccoli gruppi è un’ottima idea per contenere le spese dividendo i costi: fate attenzione, però, a scegliere come compagni di avventura amici di cui vi fidate e con cui vi trovate davvero bene. Quando si è in tanti andare d’accordo non è semplice, soprattutto in ferie!

 

2. Cambio favorevole e basso costo della vita
Scegliere mete con un cambio favorevole può apparentemente sembrare un accorgimento banale ma, in realtà, si tratta di uno dei presupposti fondamentali per una vacanza all’insegna del risparmio. In generale, poi, meglio prediligere le destinazioni con un basso costo della vita: un altro stratagemma indispensabile per limitare i costi!

 

3. Approfittare degli sconti on line
Una volta che avete stabilito la compagnia e una rosa di possibili mete, scatenatevi sul web alla ricerca dell’offerta più conveniente per l’acquisto del volo. Il nostro consiglio? Servitevi di siti che selezionano i migliori sconti disponibili in rete: risparmierete tempo e fatica. Per esempio www.advisato.it/siti/edreams.

 

4. House sitting e home exchange
La rete ci permette di risparmiare non solo per l’acquisto del volo aereo ma anche nella scelta dell’alloggio. Sono moltissimi, ormai, i siti che si occupano di house sitting (www.mindmyhouse.com) o di home exchange (www.homeexchange.com): due soluzioni alternative, assolutamente convenienti rispetto alla classica formula dell’hotel o del bed&breakfast. Senza dimenticare, ma solo per i meno esigenti, l’opzione couchsurfing (www.couchsurfing.com): saltare da un divano all’altro, per chi non è particolarmente avventuroso, può risultare poco pratico e funzionale.

 

5. Cucinare in casa
Soprattutto se alloggiate in una casa, o comunque disponete di una cucina, limitate le cene fuori e preparate voi stessi qualche cenetta prelibata. Sarà divertente sperimentare nuovi sapori e nuove ricette a base di ingredienti tipici locali.

 

6. City Card, Free walking tours e musei gratis
Una volta arrivati a destinazione e trovato un alloggio conveniente, non dimenticatevi di mettere in pratica qualche piccolo trucco per contenere le spese durante la permanenza. Qualche suggerimento? Individuate il giorno della settimana in cui i musei sono gratis o costano di meno; quando possibile camminate invece di utilizzare i mezzi; approfittate dei free walking tours per visitare la città e, in generale, cercate di stare fuori dalle rotte turistiche più battute. Risparmierete e allo stesso tempo potrete assaporare la vera essenza del luogo!

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus


Scrivi il tuo commento