Condividere l’auto con altri per dimezzare le spese

Migliaia di Co2 risparmiata, persone nuove da conoscere, e un buon risparmio sulle spese di viaggio. Il tutto tramite un semplice passaggio in macchina.

ottenere un passaggio al lavoro
 

Cos’è il Car Pooling?

Internet e i social networks hanno incrementato notevolmente le possibilità di fare community e, sotto certi aspetti, il loro utilizzo è senza dubbio conveniente anche dal punto di vista economico. Il car pooling è un esempio concreto di come si possa risparmiare sui percorsi in auto condividendo con altre persone lo stesso tragitto.

Diversamente dal car sharing che risulta più simile ad un noleggio auto, il car pooling nell’era digitale diventa una sorta di autostop più sicuro e anche retribuito.
Ma vediamo come funziona; ci si iscrive ad uno dei siti web che offrono tale servizio, si inserisce un annuncio con il tragitto che si intende offrire indicando giorno, orario, la tratta percorsa ed un eventuale contributo per la suddivisione delle spese.

Chi offre il passaggio ottiene quindi un piccolo rimborso del viaggio effettuato, mentre il passeggero può raggiungere la destinazione senza usare l’auto.
Meno costi da effettuare per entrambi e meno traffico per tutti.

 

A chi è rivolto?

Il servizio si rivolge non solo ai pendolari che effettuano giornalmente lo stesso percorso e cercano persone della stessa località con orari compatibili per dividere le spese ma anche per tutti coloro che saltuariamente devono effettuare un viaggio per assistere ad esempio ad un concerto, un evento fuori città o per raggiungere il posto di lavoro in caso di scioperi dei treni.
 

Siti per ottenere un passaggio al lavoro

Uno dei primi siti a cavalcare l’onda del car pooling è stato Tandemobility realizzato da una società di consulenza digitale. Sulla stessa scia sono nati roadsharing.com, in cui si possono trovare non solo passaggi in Italia ma anche all’estero. Uno stile di vita eco-sostenibile per viaggiare ovunque. Il sito, disponibile in 5 lingue, offre una sezione Eventi con tante idee per raggiungere festival, fiere e sagre senza spostare l’auto da casa.

Social, ecologici e ricchi di annunci sono anche jojob.it, blablacar.it e drivebook.
Presenti su Facebook e Twitter, godono di parecchi iscritti (iscrizione gratuita). Tra i plus del servizio la possibilità di segnalare varie preferenze (passeggero uomo, donna, fumatore…) per evitare spiacevoli inconvenienti e lasciare feedback dei passeggeri o conducenti.

Vivere a impatto zero non è più una chimera. Entrate nei siti indicati e cominciate a risparmiare anche sul trasporto.

 

 

Scrivi il tuo commento