Come risparmiare installando da soli un antifurto

antifurto casa installazione



 

 

Il deterrente numero uno per tenere lontani malintenzionati e ladri dalla propria abitazione è sicuramente rappresentato da un antifurto. La tecnologia ha fatto passi da gigante ed oggi è possibile montarne uno da soli, con grande efficacia, grazie ai kit. Si risparmiano molti soldi mantenendo un alto grado di sicurezza e funzionalità. Partiamo cercando di capire quali sono i componenti necessari.

 

Un antifurto è composto principalmente da centralina, sensori e sirena. La centrale è il cuore del sistema, con lei si interfacciano il resto dei componenti connessi in maniera filare oppure wireless. Si installa in prossimità della porta di ingresso, all’ interno dell’ abilitazione. Il montaggio è semplice. Bastano poche viti e si fissa al muro. Per la programmazione si seguono le istruzioni che variano a seconda del produttore. La centrale è spesso dotata di combinatore telefonico, una scheda che collegata alla linea telefonica fissa o a quella mobile, tramite sim, invia una telefonata a dei numeri preimpostati in caso di allarme.

 

Ogni centralina gestisce diverse zone, che sono quelle controllate dai sensori, ovvero il braccio funzionale dell’ impianto. I sensori Pir, a raggi infrarossi, riescono a riconoscere a distanza la variazione termica di un corpo in movimento nella zona da loro controllata. Ogni essere umano emette calore è per questo che il sensore riesce a captarlo quando si trova davanti a lui.

 

I sensori si collegano in maniera wireless alla centralina e trasmettono su una doppia frequenza, 433 e 866 Mhz. In fase di programmazione quindi la centralina deve gestire ogni zona coperta dal sensore, ad esempio la zona notte ed il soggiorno, oppure il giardino.
La sirena, anch’essa collegata senza fili alla centrale, si installa esternamente. Invia un allarme sonoro, intorno ai 100 decibel, e visivo che scoraggia ed allontana i ladri in caso di allarme.

 

Un kit antifurto costa mediamente dalle 300 alle 600 euro. Come detto si installa facilmente se non si utilizza un collegamento filare. Bisogna fare attenzione però a dove si installano i sensori. I pir devono essere tenuti lontani da fonti di calore come condizionatori e caminetti. Alla larga anche da specchi riflettenti, pendole in movimento che potrebbero disturbare il loro lavoro. Molti sensori sono anche “pet immune” ovvero tarati per non “scattare” se passa davanti a loro un animale domestico come cane e gatto.

Le marche che vendono kit fai da te sono Bentel, Diagral, Logisty, Risco e Lince.

 



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...