Affittare una scrivania per lavorare: i vantaggi del Coworking

 



 

Per molte attività emergenti, figlie del progresso e della necessità di reinventarsi nel mondo del lavoro a causa della recente crisi, non servono troppe attrezzature. Grafici, autori di siti web e operatori dei più svariati settori hanno di solito bisogno solo del personal computer e di una connessione Internet. Per questo motivo molti scelgono di praticare la propria attività da casa, abbattendo le onerose spese di gestione di un ufficio vero e proprio e trasformando in quartier generale la propria abitazione.

condividere l'ufficio

 
I vantaggi del Coworking

Va tuttavia considerato quanto possa diventare alienante una vita intera trascorsa tra le mura domestiche. Minore possibilità di essere disturbati, ottima gestione di tempo e libertà individuale, certo. Ma anche il rischio di perdere i contatti con l’esterno, di non essere più in grado di collaborare in team e di non riuscire a prendere le necessarie distanze dal lavoro, confondendo vita professionale e vita privata.

Il coworking è nato appositamente per permettere a questo nuovo modello di impiegato di gestire tempo e lavoro consentendogli di avere a disposizione un ufficio in condivisione. Una filosofia nata in America e ora realta’ in diverse citta’ europee comprese Milano e Roma.

Open space, loft, seminterrati perfettamente arredati diventano Hub. Si tratta di vere e proprie postazioni affittate a prezzi decisamente convenienti per determinati periodi: un giorno, una settimana, fino ad arrivare a contratti mensili. Così facendo ne può trarre vantaggio anche chi è impegnato su progetti brevi o discontinui. La tipologia della postazione varia a seconda della necessità individuale e spazia dal semplice utilizzo della scrivania al pacchetto completo di tutte le attrezzature necessarie.

Per favorire l’incontro tra professionisti, per una pausa rilassante durante la giornata o per approfondire la conoscenza di possibili partner professionali, sono poi allestite aree comuni. Alcune strutture mettono anche a disposizione sale per riunioni. Ecco un altro punto di forza del coworking: la condivisione di spazi può a volte evolversi in condivisione di progetti e in aiuto reciproco grazie al contributo fornito da ogni membro con le sue specifiche competenze. Il rapido turnover dei vicini di scrivania quindi potrebbe trasformarsi, con un po’ di fortuna, nell’occasione per unire le forze e creare una grande impresa di successo!

E’ quindi questo il grande vantaggio rispetto al “lavoro da casa”: nuove conoscenzespazi completamente attrezzati, nuove opportunita’ di lavoro con professionisti.
Pensate infatti al vantaggio che potrebbe avere un professionista che ha contatti in Italia e all’estero: potrebbe con 2 clic, prenotare un ambiente confortevole, invitare il cliente per la classica “colazione di lavoro” o affittare solo per una mezza giornata una sala riunioni completamente organizzata (lavagne magnetiche, videoproiettore etc..) per presentazioni multimediali o conference call.

 
La testimonianza di un architetto con competenze di Interior Design

 

Tariffe medie in Italia e nel mondo

Ecco quanto potrebbe costare affittare una scrivania per un solo giorno o per l’intero mese. Abbiamo messo a confronto i costi di due città italiane con la capitale tedesca e spagnola, oltre a New York, Boston e Washington. Il costo tende a diminuire grazie ai pacchetti ed abbonamenti di 10 / 15 / 30 giorni. In Italia, il prezzo, soprattutto rispetto a Berlino, risulta ancora troppo elevato sebbene le aree messe a disposizione siano di elevato livello di comfort e funzionalità.

 
coworking_prezzi

 
 



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...