Scuola: suggerimenti utili per risparmiare

spendere meno per la scuola



 

Sia che si frequenti la scuola dell’obbligo, sia che si seguano delle lezioni serali per recuperare gli anni persi, minimizzare l’esborso economico della propria esperienza sui banchi di scuola è spesso fondamentale, vista la situazione precaria in cui vivono molte famiglie italiane.

 

Scuole elementari, medie e superiori hanno ormai aperto i battenti da più di un mese e, come ha asserito l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, se si considerano libri, penne, matite e quaderni per la stagione 2014/2015 le famiglie spenderanno intorno ai 500 euro a figlio; la spesa, rispetto all’anno precedente è cresciuta dell’1,4% (da 499,50 euro a 506,50).

 

Come risparmiare, dunque, sull’acquisto del materiale necessario per seguire le lezioni scolastiche?

Tra i vari accorgimenti da adottare per risparmiare un pò’ di euro, c’è quello di evitare le piccole cartolerie di paese per l’acquisto del materiale scolastico (zaini, penne, matite, astucci, quaderni). I prezzi, nella maggior parte dei casi sono infatti superiori a quelli dei centri commerciali e dei grandi magazzini. Se volete ottenere un risparmio ancora maggiore, potete affidarvi all’e-commerce: molti siti web sono specializzati nella vendita di materiale scolastico a prezzi scontati, basta soltanto fare una ricerca su Google e si avrà l’imbarazzo della scelta.

 

Per quanto riguarda la scelta dei libri di scuola, ci sono i negozi di usato come Libraccio e, inoltre è stato posto un freno ai testi consigliati da parte del docente: da quest’anno possono essere indicati solo se monografici o di approfondimento. In alcune scuole (poche), inoltre, si è già concretizzato il processo di digitalizzazione del quale Monti diede il là nel 2012, che significa testi digitali per gli alunni forniti gratuitamente dall’istituto scolastico.

 

Per quanto attiene invece gli alunni degli istituti privati che effettuano il servizio di recupero degli anni scolastici, un ottimo modo per risparmiare è rappresentato proprio dalla scelta della scuola: è infatti possibile eliminare qualsiasi spesa attraverso la scelta di una scuola on-line.



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...