Ventilatore al miglior prezzo: quale soluzione?

Ventilatore al miglior prezzo: quale soluzione?
voti 10 - 4.1

 




 

Scoppia il caldo e parte la coda nei negozi per accaparrarsi un ventilatore o condizionatore.
Se per quest’ultimo il budget di spesa supera quello da voi programmato e l’installazione complica le cose, meglio affidarsi ad uno senza tubo o procedere all’acquisto di un semplice ventilatore che se non altro rinfrescherà un pò l’ambiente.

Ma se il tempo e la voglia di entrare in un centro commerciale scarseggiano, dove conviene acquistare un ventilatore online?

Escludendo i ventilatori a soffitto che richiedono un’assistenza per poter essere installati, ci sono 4 tipologie di ventilatori pronti all’uso:
– da tavolo
– senza pale
– a torre
– a piantana

Il ventilatore denominato “termoventilatore” ha oltre alla funzione classica per rinfrescare gli ambienti, anche quella di riscaldamento e può essere sia a torre, da tavolo con o senza pale e anche da parete.

Cosa differenzia un modello rispetto ad altri? Come è possibile che ci siano ventilatori a meno di 20 euro e alcuni modelli che superano i 200?

Per farla breve, occorre prendere in esami 4 elementi che determineranno il prezzo finale:
– l’ingombro del ventilatore
– il design
– la silenziosità
– la potenza

E’ opportuno sapere che quello che costa poco sarà senz’altro ingombrante, bianco e di plastica, rumoroso e con un rapporto efficienza/consumi scarso.

Un ventilatore costoso possiede alcune funzioni che si fanno apprezzare per un utilizzo assiduo. In quel caso risulta conveniente, ad esempio come alternativa all’aria condizionata, spesso poco gradita a chi soffre di allergie o non sopporta passare da un ambiente molto freddo alla temperatura torrida esterna. Il ventilatore dal prezzo elevato ha quasi sempre un telecomando per controllarlo a distanza e diverse potenze da impostare.



E’ in grado di funzionare al minimo in modo ultra silenzioso e di rinfrescare grossi ambienti, soggiorni o stanze tipo open space.

Per chi ha poco spazio è preferibile l’acquisto di un modello a colonna. L’altezza generalmente è studiata per rinfrescare dal pavimento ad un metro e 30 cm, zona occupata sia quando si sta seduti alla scrivania o al tavolo e divano, sia quando ci si riposa a letto. I ventilatori da tavolo hanno invece un range d’azione molto più ristretto e sono adatti solo per fare aria in una sola zona. Quelli a piantana differiscono solo per definire un’altezza maggiore. Sono più adatti a rinfrescare l’aria in ambienti più voluminosi, un soggiorno o una camera matrimoniale ma hanno il difetto di richiedere maggior spazio non tanto per via della pala che solitamente resta un 40×40 cm quanto per la base che richiede per essere stabile uno spazio di 60x60cm.

Negli ultimi anni sta spopolando quello senza pale. Ha tre vantaggi rispetto agli altri: ha un design bellissimo, fa meno rumore non essendoci le pale e ha un flusso dell’aria decisamente più omogeneo e potente.
Qui i prezzi salgono enormemente; per chi volesse cimentarsi nel fai da te, potrebbe prendere l’esempio riportato in questo sito per costruirsi un ventilatore fatto in casa simile al Dyson senza spendere centinaia di euro.

Per chi invece ama la praticità, ha caldo solo per alcune settimane nella stagione estiva e non vuole spendere un patrimonio per il ventilatore sapendo che dopo qualche giorno provvederà a rimetterlo in cantina, allora è giusto guardarsi attorno e preferire quello dal prezzo più basso senza rinunciare a nessuna delle dotazioni di base.

Come potete vedere, non è difficile trovare prezzi bassi sul web. Per risparmiare ulteriormente sull’acquisto, citiamo tre negozi che prevedono il risparmio della consegna. Trony consegna sempre a domicilio a zero spese. Eprice offre l’opportunità di ritirare i prodotti in un pick and pay con spese contenute, mentre con Unieuro si ordina on line e si può ritirare in negozio senza pagare nulla per la consegna.

 
Confronta prezzi

 
 

Potrebbero interessarti anche...
Scrivi il tuo commento