Ottimizzare i costi della stampante di casa

stampante casa costi



 

 

La stampante è, insieme al televisore e al computer, uno dei dispositivi tecnologici più presenti nelle case degli italiani.

Sono in tanti a domandarsi in che modo sia possibile ottimizzare i costi della stampante di casa, così da ottenere maggiori benefici in termini economici dal suo utilizzo.

A seguire un breve approfondimento, con tanti consigli utili affinché possiate risparmiare sui costi legati alla vostra stampante, come ad esempio l’acquisto di nuove cartucce o di una nuova risma di carta.

 
 
Il consumo della stampante nella modalità stand-by

Forse non lo sapete, ma il 49% del consumo energetico di una stampante è dovuto all’utilizzo della modalità stand-by, la quale si aziona in automatico una volta terminata la stampa.

Il consiglio è quindi di scollegare la stampante dall’alimentazione, staccando la spina dalla presa elettrica.

Quando pensate alla stampate, dovete sempre tenere in considerazione oltre al consumo di inchiostro e di carta anche quello energetico.

Riguardo a ciò, la modalità stand-by è quella che incide maggiormente. C’è anche un altro vantaggio nel rimuovere lo stand-by dalla stampante: la durata maggiore delle cartucce.

Questo è soltanto il primo passo di un percorso virtuoso che consente di ottimizzare i costi della vostra stampante.

Non dimenticate quindi la stampante accesa o, nella maggior parte dei casi, in modalità stand-by, così da avere un risparmio non soltanto sulla prossima bolletta della luce elettrica ma anche un vantaggio in termini di durata delle cartucce presenti all’interno del dispositivo.

 
 
Consigli su come risparmiare fino al 70%

Oltre a spegnere del tutto la stampante, potete fare riferimento ad altri 6 consigli per poter ottimizzare sui costi derivanti dall’utilizzo della stampante di casa.

Il primo può sembrarvi paradossale, in realtà non lo è affatto: prima di stampare dovreste pensare. Il più delle volte, infatti, capita di usare la stampante in maniera superficiale.

Questo rappresenta il primo fattore di spreco (carta) e consumo (inchiostro, elettricità).

Un altro passaggio fondamentale nell’ottimizzazione dei costi è di acquistare cartucce ad alta capacità.

Nonostante il prezzo più alto, rispetto alle cartucce standard vi consentono di ottenere un risparmio fino al 25/30%. Se è vero che tutto parte dalle cartucce, acquistare quelle giuste è sicuramente un dettaglio importante da non sottovalutare.

Dopo aver compreso che le cartucce ad alta capacità sono migliori rispetto a quelle standard, va da sé che la soluzione migliore preveda l’acquisto in confezioni multiple, grazie al quale le percentuali di risparmio raggiungono il 40%. Questo è uno dei casi in cui risparmiare sul costo iniziale non conviene. Per ammortizzare i costi conviene a questo punto affidarsi ad un Gruppo di Acquisto locale, i cosiddetti GAL. Ci si può informare presso la propria zona o su internet unendosi al famoso gruppo di Sixth Continent.

Una volta acquistate le cartucce giuste, sia come tipologia che come confezione, è arrivato il momento di passare all’atto pratico.

Prima di stampare, oltre ad avere la certezza che quanto si sta per fare sia davvero necessario e non superfluo, dovete modificare il font. Vi suggeriamo di puntare sul font eco-friendly denominato Spranq Eco Sans. Un’alternativa valida è il font Garamond, il quale è presente di default in tutti i dispositivi a differenza dello Spranq Eco Sans che invece occorre scaricare.

Un ultimo punto essenziale è impostare di default la stampa in bianco e nero, così da risparmiare sull’inchiostro a colori, il quale ha un costo molto più elevato in fase di acquisto.

Riguardo infine al dilemma cartucce originali o rigenerate, la tendenza più diffusa è preferire le prime, in quanto le cartucce rigenerate possono creare dei problemi alla stampante.

Se avete importanti volumi di stampa, potete comunque sempre testare un eventuale prodotto compatibile e verificare il comportamento della stampante.

 
 
App FreePrints per stampare gratis

Se avete uno smartphone Android o un iPhone, avete la possibilità di usufruire dell’app FreePrints, un servizio che permette di stampare foto gratis.

Il funzionamento è semplice. Prima di tutto aprite l’applicazione, selezionate quindi le foto che volete stampare dal vostro dispositivo o dai vostri account social (Facebook e Instagram), infine scegliete la quantità.

Dopo pochi giorni riceverete le foto stampate su carta fotografica Fujifilm o Kodak. Le dimensioni delle foto sono 10×15 cm ed è possibile stampare fino a 45 foto (ciascuna diverse) al mese.

 
 



Potrebbero interessarti anche...
Scrivi il tuo commento