Consigli anti crisi: come mettere da parte oltre 7000 euro in un anno



 

Fare economia ottimizzando alcuni piccoli gesti quotidiani, scelte di acquisto, cambiare abitudini sbagliate senza rinunciare a nulla.

Consigli difficilmente praticabili da chi solitamente ha le mani bucate, ma essenziali se, in tempi di crisi, si preferisce mantenere e proseguire determinate attività, hobbies e passioni piuttosto che sacrificarle.

La sezione “Conti in Tasca” prevede una rapida carrellata alle possibili forme di risparmio che tutti noi potremmo essere in grado di attuare immediatamente. Le forme di risparmio sono innumerevoli, alcune estreme dettate da ideali etici ed ecologici, altre più impegnative e non sempre alla portata di tutti; si pensi ad esempio all’installazione di pannelli solari, o progetti come la domotica, bioedilizia o case ecosostenibili dall’elevato risparmio energetico.

Argomenti sicuramente interessanti che abbiamo voluto accennare in qualche rubrica ma che richiedono organizzazione e finanziamenti a medio lungo termine.

 

Consigli immediati: dove risparmiare subito

 
 

Tutto ciò di cui parleremo in questa sezione sarà attuabile senza attendere nemmeno una settimana. Manterremo costantemente aggiornato l’elenco delle possibili azioni da svolgere e, per ognuna, cercheremo di valutare in soldoni il possibile risparmio indicando una stima sulla base dei prezzi medi attualmente in vigore in ciascun settore.

 
Il caro bollette

costi bollette luce gas

Tagliare i costi di energia elettrica e gas, non significa vivere illuminando la casa solo con candele o spegnere il riscaldamento durante l’inverno. Siamo certi che il fornitore di energia scelto sia la soluzione più conveniente sul mercato? Un raffronto non costa nulla e, a conti fatti, permette di risparmiare 200 euro sia sul gas che sull’elettricità. Verifica subito se puoi spendere meno con il contratto che hai.

Sempre in tema di risparmio energetico spegnere lo stand by degli apparecchi in casa produce una riduzione dei consumi annui di 50/60 euro a famiglia. Si potrebbe fare a costo zero, ricordandosi ogni sera di spegnere tutti gli interruttori presenti oppure procurandosi a poco prezzo multiprese elettriche dotate di interruttori o dispositivi in grado di spegnerli automaticamente.

 
 
Trasporti

costi automobili

Il tema mobilità è ricco di opportunità per ridurre i costi. Chi possiede un’auto conosce bene la spesa da fronteggiare ogni anno per la propria utilitaria (costo d’acquisto, benzina, assicurazione, bollo, manutenzione..)

 

Partiamo dalla RC Auto. Grazie alle nuove compagnie online e al confronto dei premi assicurativi totalmente gratuito si potrebbero risparmiare fino a 300 euro rispetto ad una compagnia tradizionale.
Una guida attenta e corretta secondo i consigli utili di Ecodrive fornisce un rispamio medio annuo di 170,00 euro.

E se la benzina è in continuo aumento, scegliere di fare il pieno presso le pompe bianche vi assicurerà un risparmio annuo tra le 50 e 100 euro.

L’utilizzo quotidiano dell’auto è estremamente indispensabile? Per alcune categorie e determinati lavori è indiscutibile, ma alcuni atteggiamenti comuni dettati piuttosto da pigrizia che da necessità potrebbero, se modificati, far risparmiare fino a 700,00 euro ogni anno. Lo sostiene una ricerca fornita da IlSole24ore; bastano solo 3 km a piedi anzichè in auto.

Chi vive in città e non supera i 10.000 km di percorrenza annua potrebbe abbandonare l’idea di possedere un’auto di proprietà e affidarsi al car sharing. I benefici in termini di denaro si stimano attorno alle 700 euro l’anno.

 
 
Tariffe

tariffe telefono

Sul fronte comunicazioni, telefono e internet sono divenuti dei costi fissi per ognuno di noi. Ridurli senza optare per servizi a consumo è possibile. Sebbene il gestore che ci fornisce la linea di casa per chiamate e ADSL possa garantire un buon servizio, il cambio con altro operatore simile garantisce almeno 150,00 euro di risparmio all’anno. Prendete in considerazione le ultime offerte e vi renderete conto che la stima effettuata è arrotondata più per difetto che per eccesso. Cambiare almeno ogni due anni il gestore conviene sempre dopo la liberalizzazione.

 

Per chi non ha internet sul cellulare e Whatsapp, l’invio di SMS ha un costo medio che si aggira attorno ai 10 centesimi.
Perchè non optare per un invio tramite web se costa meno o addirittura è gratis? Si stima che il solo invio di 2 SMS al giorno utilizzando le applicazioni gratuite presenti sul web possa far risparmiare fino a 73 euro all’anno.

 
Le informazioni sono ormai aggiornate in tempo reale sui quotidiani online. Leggere notizie e trafiletti sul cartaceo costa e potrebbe azzerarsi la spesa se si optasse per la lettura del quotidiano preferito sul pc. Il risparmio ammonterebbe a 438,00 euro se si stima l’acquisto di un quotidiano al giorno.

 
Spesa e alimentazione

spesa alimentare

 
Altro argomento ricco di espedienti per spendere meno senza rinunce. L’abitudine di riempire il carrello della spesa trovando cibi pronti e confezioni attraenti non sempre è sinonimo di una corretta alimentazione e una spesa intelligente.
Pane, yogurt e gelato sono prodotti facilmente preparabili anche a casa. Proponiamo al momento solo alcuni esempi per capire effettivamente la convenienza in termini di denaro. La differenza tra preparare lo yogurt al posto di acquistarlo al supermercato si stima attorno alle 174,00 euro/anno. 58 euro per il gelato rispetto a quello artigianale. E almeno 250,00 euro per il pane.

E’ davvero indispensabile acquistare cestelli d’acqua naturale al supermercato?

Una confezione di acqua in bottiglia costa in media 2,40 euro, la stessa quantità di acqua del rubinetto nemmeno un centesimo. Si desume che una famiglia risparmierebbe mediamente 250 euro ogni anno.

E se al naturale si preferisce il frizzante, produrre acqua gasata in casa dopo il primo anno di ammortamento dei costi di ricariche e gasatore, permette di mettere da parte ben 120,00 euro.

Le cattive abitudini di prendere prodotti confezionati e pronti all’uso non tocca solo la cucina ma anche la pulizia. Sapete quanto potreste risparmiare producendo in casa il detersivo per la lavastoviglie? 56,80 euro ogni anno. Nessuna sostanza nociva, un buon profumo e meno rifiuti da smaltire.

L’acqua è un bene prezioso e non va sprecato. Consumi eccessivi in casa potrebbero essere limitati con semplici erogatori a basso flusso applicabili per i lavelli cucina, bagno e doccia. 50 euro annui per famiglia il risparmio ipotizzato.

Acqua, alimentazione e salute. Quest’ultimo anch’esso da prendere in considerazione se non altro per i farmaci di uso comune, i cosiddetti farmaci da banco. Preferire il farmaco generico a quello a marchio commerciale significa evitare di spendere il 30% in più, ovvero almeno 30 euro su un costo di 100 / anno. Se non conoscete esattamente il nome, il farmacista dovrebbe esservi d’aiuto. In caso contrario la consultazione sul web è libera e aperta a tutti.

E se nel nucleo familiare non mancano i bebè, valutare l’acquisto dei pannolini lavabili al posto dei tradizionali Usa e Getta, vi faranno risparmiare almeno 320,00 euro all’anno.

I vizi sono difficili rinunce. Ma nulla è impossibile. Smettere di fumare potrebbe significare un netto risparmio per le vostre tasche oltre al beneficio in termini salutari. Si stimano 766,00 euro di spesa annua per chi fuma mediamente 10 sigarette al giorno. Provate a calcolare il vostro risparmio.

 

 
Shopping – Consigli per risparmiare

shopping ridurre spese

 

La presenza dei coupon online al giorno d’oggi vi concede una pausa colazione, pranzo o cena senza alleggerire il portafogli. 12 euro risparmiate per 3 colazioni al bar solo per fare un esempio. Senza esagerare, tra uscite a cena con amici, spuntini e aperitivi, si potrebbe arrivare a spendere almeno 100 euro in meno nei 365 giorni a disposizione.

E se al lusso non si comanda, lo swap e il noleggio possono garantire nuovi abiti, calzature e accessori a costi ridottissimi.

Affittare una borsa anzichè comprarla in occasione di un matrimonio o evento speciale assicura fino a 1780,00 euro in meno (vedi rentfashionbag.it).

 
 

Conti finali e risparmio calcolato

Calcolatrice alla mano, come promesso, ecco il denaro risparmiato nell’arco di un anno solare senza privarsi di nulla:

I CONTI IN TASCA RISPARMIO ANNUO
Gas 200,00 euro
Bolletta della luce 200,00 euro
Stand By elettrodomestici 60,00 euro
RC Auto 300,00 euro
Guida Ecodrive 170,00 euro
Pompe bianche 50,00 euro
Rinuncia auto per brevi percorsi 700,00 euro
Car Sharing 700,00 euro
Cambio gestore telefonico 150,00 euro
SMS da web 73,00 euro
Quotidiani sul web 438,00 euro
Gelato preparato in casa 58,00 euro
Yogurt fatto in casa 174,00 euro
Pane fatto in casa 250,00 euro
Acqua del rubinetto 250,00 euro
Acqua gasata in casa 120,00 euro
Detersivo per lavastoviglie 56,80 euro
Erogatori a basso flusso 50,00 euro
Farmaci generici 30,00 euro
Pannolini lavabili 320,00 euro
Smettere di fumare 766,00 euro
Coupon per pasti 100,00 euro
Libri in formato elettronico 40,00 euro
Noleggio accessori lusso 1780,00 euro
—————————- ——————-
TOTALE 7035,80 euro
—————————- ——————-

 
 
Avete visto quanti soldi si possono risparmiare in un anno?

Se volete approfondire gli argomenti, potete utilizzare il menu del sito dove abbiamo suddiviso le tematiche sul risparmio, oppure nel caso si voglia imparare a risparmiare partendo da zero, trovate qui alcuni argomenti suggeriti per cominciare questa nuova avventura:

– La tabella salva soldi da stampare e seguire
– Una guida iniziale per gli spendaccioni che non conoscono la parola “Risparmio”
– Il metodo Kakebo e i quaderni per risparmiare

Non mancheremo di aggiornare tali argomenti sapendo che le “vie del risparmio sono infinite”.

 
 



6 Risposte

  1. Renata ha detto:

    Io ho usato per diverso tempo il Kakebo e mi ha dato ottimi spunti per risparmiare. L’ho però usato solo un anno. Utilizzo invece un’app che mi serve a capire entrate, uscite e se ci sono spese da poter tagliare.

  2. Simona ha detto:

    Io da anni cerco di stabilire un budget per tutte le spese che devo affrontare mensilmente. Sottraggo dalle entrate gli importi delle spese fisse e quello che riesco a risparmiare lo trasferisco su un conto a parte. Poi quello che mi resta lo utilizzo per fare la spesa, vestiti ecc..

  3. Chiara ha detto:

    Anche io ho scaricato una app sul cellulare per segnare ogni tipo di spesa e ogni entrata. Aiuta molto. Col tempo ho imparato a prendere i detersivi di buona marca quando sono in offerta, combinandoli eventualmente con le iniziative dei negozi oppure con i coupon.
    Prendendo queste abitudini riesco ogni mese, quando pago il mutuo, a versare sul conto più soldi della rata in modo da estinguere il mutuo almeno due anni prima. Speriamo di riuscirci.

  4. Diego ha detto:

    Io invece cerco di semplificare la gestione delle mie spese ritirando i soldi dal bancomat e dividendoli in gruppi di spesa (il contante ti permette di vedere quanto spendi ogni volta). Poi uso una prepagata con un massimo prefissato per i “vizi”, così non mi faccio mancare nulla.

  5. Marco ha detto:

    Ho sempre comprato in contanti, così mi rendo conto di quanto spendo. Mai acquistato nulla a rate, se non il mutuo per la casa.

  6. Brunella ha detto:

    A mio parere il vero risparmio è riuscire a mantenere lo stesso tenore di vita spendendo meno.
    Mi spiego meglio: se voglio uscire a cena, ma alla fine decido di restare a casa, ho fatto una rinuncia, cioè non ho speso nulla ma mi sono anche privata di una cosa che desideravo. Questo per un breve periodo si può fare ma nei lunghi tempi è molto faticoso.
    Per cui ho individuato alcune forme di risparmio che non influiscono molto nel mio stile di vita:
    – cercare tariffe di telefono, utenze e assicurazione auto più convenienti
    – domiciliazione bancaria di bollette e ricarica telefonica (così non pago le commissioni)
    – spesa settimanale in base a un menu settimanale (evito sprechi e mangio meglio)
    – depuratore domestico per l’acqua (non consumo plastica e bevo gratis)
    – raccolta di coupon e buoni sconto