Comprare un portatile economico per studiare? Ecco come sceglierlo

scegliere portatile per studiare



 

 

Siamo già a settembre e per gli studenti la vita è destinata a tornare fra i banchi di scuola e ovviamente fra le aule universitarie. Ricomincerà dunque la solita routine fatta di lezioni, di studio, di biblioteche e di esami, che animerà gran parte delle loro giornate. Di contro, anche il portatile tornerà assoluto protagonista delle abitudini degli studenti: in estate utilizzato soprattutto per giocare, per fare shopping online e per lo streaming dei film, adesso graviterà nuovamente intorno allo studio. Se avete intenzione di comprarne uno nuovo, che sia perfetto per questa finalità ma che non vi faccia spendere più di tanto, la nostra guida su come sceglierlo vi sarà molto utile.

 
Come scegliere un notebook per studiare

Un notebook utile per studiare deve innanzitutto avere dalla sua una caratteristica fondamentale: non deve pesare molto, deve essere sottile e dunque facilmente portabile, deve avere dimensioni contenute e ovviamente una batteria in grado di resistere per diverse ore, anche se sottoposto ad un utilizzo costante. Anche le prestazioni, però, sono importantissime, ed il costo basso non deve minimamente intaccarle, sennò il portatile risulterebbe inutile in fase di studio. Il motivo? Un notebook dotato di una scarsa RAM non riuscirebbe mai e poi mai a far girare software complessi: per chi ha ad esempio a che fare con programmi come AutoCAD (studenti di architettura) o come Photoshop e After Effects (per chi si occupa di grafica o videomaking), questo è un punto obbligatorio. Ma il portatile perfetto per lo studio deve anche poter contare su un ottimo display (meglio se anti-riflesso), sulla garanzia e su un’assistenza di qualità.

 
Come trovare un portatile economico

I negozi fisici non sono sempre l’ideale per la scelta di un portatile che sia abbastanza potente per studiare, ma anche alla portata delle tasche di uno studente, perché non è mai facile orientarsi con le offerte disponibili, né avere una panoramica totale degli sconti applicati ad ogni singolo notebook. Ma Internet può aiutare, e molto: la rete può essere infatti sfruttata per effettuare ricerche adeguate, per confrontare i prezzi e per cercare le offerte migliori sul mercato. Ad esempio, all’interno dell’ultimo volantino di Mediaworld possiamo trovare tante offerte per diversi notebook di qualsiasi marca, in grado di soddisfare tutte le esigenze di uno studente sia in termini di prezzo che di prestazioni.

 
Notebook per lo studio: altri consigli utili

Il prezzo rimane comunque un fattore distintivo molto importante: ovviamente, in base alla fascia e alla finalità di studio, il costo potrebbe salire in relazione alle caratteristiche hardware o alla definizione del display. Ad esempio, per chi deve limitarsi a prendere appunti all’università e a navigare in agilità il Chromebook rappresenta una scelta estremamente low cost, e in grado di offrire il minimo indispensabile in termini di risorse. Al contrario, bisogna salire di prezzo per poter acquistare un laptop con caratteristiche più specifiche, ma comunque con la possibilità di rimanere entro i 350 euro. Infine, sempre in base alle esigenze, meglio verificare la qualità del processore e della scheda video.

 

I 100 programmi gratis più utili per uno studente:

notebook studio app software migliori
Fonte: Pinterest

 
 



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...