Costruire un caricatore usb portatile per smartphone con meno di 5 euro

caricabatteria portatile per smartphone



 

 

In commercio esistono moltissimi caricabatterie portatili per cellulare, ma spesso sono costosi ed, in alcuni casi, difficili da trovare. Quello che non tutti sanno, però, è che è possibile costruirne uno in casa spendendo meno di 5 euro: si tratta sicuramente di un caricabatterie originale, che vi tornerà molto utile nel caso in cui vi troviate improvvisamente con la batteria a terra.

 

Caricabatterie portatile usb – cosa serve

Per costruire un caricabatterie portatile avrete bisogno di:

– una scatola di piccole dimensioni (ad esempio una scatola di latta delle caramelle)
– un caricabatterie portatile da automobile
– due batterie da 9 volt, di cui una anche quasi scarica
– un interruttore, che può essere riciclato da un giocattolo o da un dispositivo elettronico rotto
– silicone
– cavi elettrici
– un saldatore
– un taglierino

 
caricabatteria cellulare portatile fai da te
 

 

Caricabatterie portatile super economico – come fare

Per prima cosa bisogna preparare il terminale della batteria, a cui poi si collegherà la batteria carica. Se avete a disposizione un giocattolo o un dispositivo elettronico rotto che utilizzava una batteria da 9 volt, naturalmente potete riciclarlo da lì; in alternativa potrete ottenerne uno anche da una batteria da 9 volt esausta. Sarà sufficiente tagliare la parte superiore con un taglierino (attenzione a tagliare soltanto la copertura della batteria e non l’interno, potrebbero fuoriuscire liquidi pericolosi!) e prelevare la parte superiore, che all’interno è formata da un terminale di collegamento.

 
caricabatteria portatile fai da te
 

A questo punto dovrete prendere due fili elettrici in rame – è consigliabile utilizzare due colori diversi in modo da distinguere facilmente il polo positivo da quello negativo, ad esempio giallo per il polo positivo e rosso per quello negativo – e saldarli ai due poli del terminale, naturalmente dal lato opposto rispetto a quello a cui collegherete la batteria. Coprite tutto con del silicone per isolarlo, e mettetelo da parte.

 
saldare fili caricabatteria usb portatile
 

Adesso aprite il caricabatterie da automobile. Vedrete che è formato dall’ingresso USB e da un piccolo chip, e che anche in questo caso ci sono due poli: il filo rosso rappresenta il polo negativo, mentre la molla centrale è un polo positivo. Collegate il polo negativo al filo rosso proveniente dal polo negativo del terminale della batteria, rimuovete la molla e saldate al posto di essa un filo giallo; posizionate e collegate l’interruttore tra i due pezzi di filo giallo, in modo da avere un filo rosso continuo e un filo giallo con l’interruttore a metà.

 
caricabatteria smontaggio
 

Il caricabatterie è quasi pronto: prendete adesso la scatola e con il taglierino realizzate due buchi corrispondenti all’uscita USB e all’interruttore; successivamente disponete un foglio di plastica sul fondo della scatola, inserite tutti i componenti e incollate l’uscita USB e l’interruttore in posizione. Se la scatola che avete scelto è abbastanza grande, potrete addirittura mettere una batteria di scorta all’interno della scatola, in modo da poter sostituirla nel caso in cui la batteria iniziale dovesse scaricarsi.

 
caricatore usb portatile fai da te
 

A questo punto potete cominciare ad utilizzare il vostro nuovo caricabatterie USB: accendete l’interruttore, collegate il cavo USB e il vostro dispositivo inizierà a caricarsi. Potrete utilizzarlo per tutti i dispositivi elettronici che hanno un cavo USB: smartphone Android e iPhone, lettori MP3 e così via.
La soddisfazione sarà immensa dopo tutta la fatica fatta; per chi non fosse avvezzo al fai da te, può sicuramente trovare alternative economiche in questo sito web.

 
 

Guarda il caricabatteria portatile fai da te in funzione:

 



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...