Aria pulita in casa: piante di appartamento e purificatori

purificare aria

 

 

Al giorno d’oggi in casa si trascorrono molte ore, e quindi è di fondamentale importanza vivere in un ambiente pulito e soprattutto purificato.

Polveri sottili, formaldeide e altre sostanze tossiche presenti nel contesto domestico ed emanati da mobili in legno o da altri trattati chimicamente possono infatti contaminare l’aria, e generare poi svariate allergie che specie nei più piccoli colpiscono le vie respiratorie.

Le reazioni allergiche più comuni quando l’aria in casa non è pura al 100%, si manifestano con raffreddori e mal di testa e ciò è dovuto alla presenza di acari della polvere ed altri agenti patogeni che si diffondono nell’ambiente provenienti magari dall’esterno.

Per questo motivo è importante trovare un modo per ottimizzare la qualità dell’aria che si respira in casa. La soluzione al problema può avvenire naturalmente oppure utilizzano specifici depuratori.

Infatti, nel primo caso per un clima interno sano e piacevole le piante che madre natura offre possono aiutare non poco, in quanto hanno delle specifiche proprietà purificanti.

A riguardo invece del secondo caso ovvero dei depuratoti elettrici disponibili in commercio ed in particolare sugli store online, va sottolineato che ce ne sono alcuni che vanno per la maggiore, sia per la qualità del prodotto che ai fini delle svariate funzionalità che offrono.

 
 

Ottimizzare l’aria di casa senza purificatore

Tutte le piante rilasciano ossigeno attraverso la fotosintesi, ma alcune sono davvero speciali poiché consentono di filtrare le impurità grazie alle loro foglie.

Tale condizione è possibile poiché come dimostrato da recenti studi, riescono a rimuovere tracce di formaldeide e xilene ovvero due sostanze chimiche che si espandono in ambienti chiusi in presenza di alcuni materiali che ne sono ricchi.

Le piante del resto sono importanti anche per combattere lo stress e di conseguenza regalare il buon umore. In riferimento a ciò, ecco una lista di 5 piante ideali per ottimizzare l’aria di casa senza purificatore.

 
 
La Dracaena

dracaena purifica aria

Una pianta antinquinamento che si rivela ideale per ottimizzare la qualità dell’aria all’interno di una casa è la Dracaena. Questo esemplare è disponibile di oltre 40 tipi e il suo fogliame variegato (lungo e largo) di colore bianco, crema o rosso emana delle sostanze benefiche ideali non solo per la salute dell’uomo ma anche per gli animali.

Tra gli agenti inquinanti che le foglie della Dracaena riescono ad assorbire troviamo il benzene, la formaldeide, il tricloroetilene e lo xilene.

 
 
Il Ficus

ficus pianta per casa

Il Ficus all’interno di una casa cresce molto bene, e questo è un ottimo vantaggio visto che si tratta di un esemplare che ha la capacità di purificare l’aria e filtrare sostanze inquinanti molto comuni come il benzene, la formaldeide e il tricloroetilene.

Coltivare questa pianta d’appartamento è una valida opzione, poiché richiede una bassa manutenzione e nel contempo anche poca luce.

 
 
La Gerbera

gerbera pianta casa

Un’altra pianta in questo caso da fiore che è molto efficace nel rimuovere sostanze tossiche come il tricloroetilene che in una casa si può espandere quando vengono portati indumenti lavati a secco, è la Gerbera.

Inoltre va sottolineato che la pianta riesce anche a filtrare le esalazioni emanate dal benzene che viene in genere rilasciato da inchiostri o da vernici acriliche.

 
 
Il Pothos (Epipremnum Aureum)

Pothos pianta casa

Una pianta che in casa può rivelarsi fondamentale per eliminare l’inquinamento generato nell’aria da benzene, formaldeide, xilene e toluene è il Pothos.

Si tratta di un esemplare che vive benissimo anche con una luce solare indiretta e che appartiene alla categoria delle sempreverdi. Le sue foglie tra l’altro sono lucide e di un affascinante colore verde bottiglia, quindi ideali anche dal punto di vista estetico.

 
 
La Felce di Boston

Felce di Boston

Una pianta che in casa si rivela particolarmente adatta per rimuovere sostanze tossiche ed il cattivo odore del fumo delle sigarette o quello proveniente dalla cucina, è la cosiddetta Felce di Boston.

Si tratta infatti di un esemplare che assorbe e filtra la formaldeide, aggiungendo nel contempo un buon quantitativo di umidità all’ambiente in cui viene posizionata. Inoltre ama la luce solare, e quindi può essere coltivata anche in ambienti non troppo luminosi.

 
 

Purificare l’aria con un apposito apparecchio

Oggi per ottimizzare l’aria in casa, sul mercato come alternativa alle piante ci sono molti purificatori ognuno con delle specifiche caratteristiche tecniche strutturali.

Si tratta infatti di appositi apparecchi disponibili del tipo portatile, e che sono di ridotte dimensioni quindi tali da non creare ingombri in un ambiente domestico. In merito va altresì aggiunto che in genere non raggiungono un metro di altezza e non sono neanche rumorosi.

Un depuratore d’aria tra l’altro può essere trovato in qualsiasi negozio oltre che nei miglior store online. Questi apparecchi sono anche distributori di ioni, e nel contempo inumidiscono l’aria mantenendola ad un livello accettabile compreso tra il 55% e il 65%.

Un depuratore d’aria esegue il suo lavoro con l’ausilio di un apposito serbatoio d’acqua in dotazione. Tale combinazione purifica l’ambiente in un modo ancora più efficace, poiché le particelle d’acqua aderiscono ai suddetti ioni emanati e poi agiscono su tessuti ed odori provenienti da tende, letti e moquette che vengono poi completamente rimossi.

 
A margine di ciò, ecco di seguito un’accurata recensione sui 3 migliori purificatori presenti sul mercato con le relative caratteristiche e funzionalità.

 
 

Levoit Purificatore Aria Hepa Casa

purificatore casa migliore

Questo modello di purificatore della Levoit è ideale per tutte le stagioni, quindi per scongiurare le allergie primaverili ed estive oltre che funzionale per eliminare acari della polvere, polline, muffa, peli di animali domestici e altre piccole particelle inquinanti comprese il benzene e la formaldeide.

L’apparecchio dal punto di vista tecnico propone un sistema di filtraggio a 3 stadi: prefiltro, filtro HEPA e filtro a carbone attivo. La combinazione tra questi, riesce a rimuovere il 99,97% di polvere, polline, fumo, odore, spore di muffe e peli di animali domestici.

Tra l’altro filtra particelle di appena 0,3 micron e quelle derivanti dall’inquinamento atmosferico di PM 2,5. L’apparecchio è al 100% privo di ozono, non usa raggi UV e vanta 3 impostazioni di velocità (bassa, media e alta).

Come si evince dalle recensioni degli utenti che l’hanno utilizzato, si tratta di un purificatore che può funzionare tranquillamente per tutta la notte in camera da letto, in quanto ha una luce delicata con due impostazioni di luminosità.

 
 

Purificatore – ventilatore a torre Dyson Pure

purificatore aria Dyson

Il purificatore d’aria a torre denominato Dyson Pure è uno dei più apprezzati del settore, come si evince dalle recensioni di coloro che lo hanno scelto.

Questo apparecchio infatti si presenta con un design elegante, e la sua ventola aggiuntiva rimuove gli agenti inquinanti dall’ambiente domestico regalando un immediato sollievo da chi è affetto da allergie come quelle da fieno tanto per citarne qualcuna.

Il purificatore in oggetto aspira l’aria attraverso un filtro a maglie sottili, e la diffonde poi pulita con il suddetto ventilatore. Dal punto di vista tecnico è importante aggiungere che il filtro HEPA in vetro è di forma circolare, ed in grado di catturare fino al 99,95% di agenti inquinanti con una capacità superiore a 0,1 micron.

Nell’aria intrappolata nel filtro potrete notare residui di polline, aloni di nicotina e altre sostanze irritanti. Il filtro inoltre contiene anche del carbone attivo simile a quello utilizzato nelle cappe da cucina, ed ideale quindi per intrappolare eventuali sostanze chimiche presenti nell’aria.

 
 

Philips AC3256 Purificatore d’Aria con Filtro HEPA

purificatore

Un altro purificatore che la maggior parte degli utenti lo ha definito il migliore per l’ottimo rapporto qualità/prezzo e per le prestazioni offerte, è sicuramente il modello Philips AC3256.

Si tratta in questo caso di un apparecchio che riesce ad assorbire agenti patogeni anche in ambienti domestici di ampie dimensioni. Dal punto di vista strettamente tecnico questo modello della nota casa olandese garantisce delle ottime performance grazie ai cinque livelli di velocità della ventola.

Inoltre è importante sottolineare che alla massima potenza, l’unità assorbe 60 Watt e genera 68 Decibel di rumore, il che è piuttosto forte.

Tuttavia, premendo ripetutamente il pulsante della ventola sul pannello di controllo, è possibile selezionare la modalità ‘auto’, che la Philips ha di proposito inserito nella sua tecnologia ‘AeraSense‘ che minimizza il suddetto rumore.

 

Scopri tutte le Offerte sui purificatori aria – CLICCA QUI

 
 
 

Scrivi il tuo commento