5 facili e curiosi modi per riciclare reggiseni usati

riciclare reggiseni usati



 

 

In un mondo in cui gli sprechi sono all’ordine del giorno, è sempre meglio, sia per non sperperare inutilmente denaro e sia per non inquinare l’ambiente, saper riciclare le cose che ormai abbiamo dimenticato.
Ad esempio, ci sono numerose cose che si possono fare riciclando lattine o bottiglie di vetro e ancor di più riciclando la plastica.

Non si tratta solo di differenziarle secondo il programma di raccolta rifiuti, ma è anche possibile creare tantissimi nuovi oggetti utili per noi stessi.

 
Sapevi ad esempio che è possibile riciclare un reggiseno?

In quante di voi, nonostante abbiamo il cassetto pieno di vecchi reggipetto, continuano a comprarne di nuovi lasciando quelli inutilizzati a prendere polvere?

Se volete fare spazio nel vostro cassetto ma al tempo stesso non volete buttare i soldi investiti, allora vi consiglio alcune idee per riutilizzare quei reggiseni ormai dimenticati.

 
 
Reggiseno come Porta monete

“Soldi soldi soldi, tanti soldi?”
Se siete stanche di girare con spiccioli che invadono ogni tasca dei vostri indumenti, allora un portamonete vintage, fatto con il vostro reggipetto, è l’ideali per voi.

Cominciate tagliando le bretelle del vostro reggiseno.
A questo punto, misurate accuratamente la grandezza della vostra coppa e comprate una chiusura clic clac delle medesime dimensioni.
Adesso cucite, seguendo la linea di cucitura del ferretto, le due coppe.
Cucire sul lato superiore della coppa la chiusura clic clac e ritagliare le parti in eccesso. Inserire adesso, all’interno del vostro portamonete, un sacchettino di cotone, raso o velluto, da cucire all’interno di esso, che conterrà le vostre monete.
Decorare e personalizzare a vostro piacimento l’esterno del vostro nuovo portamonete, con paillette, nastri e bottoni colorati.

 
 
Reggiseno come Pochette

Se invece preferite una piccola borsetta da tenere sempre con voi ed abbinare con il vostro outfit, potete optare per a creazione di una pochette.

La procedura è molto semplice, infatti basterà togliere il ferretto dalle vostre coppe e tagliare le bretelle e le fasce con la chiusura a gancio inclusa.

Cucire tra di loro le coppe nella porzione inferiore e lasciare aperta quella superiore, che corrisponderà all’apertura della vostra borsetta.

Potrete chiudere la pochette con un bottone o una spilla che potrete cambiare a vostro piacimento, abbinandola con i vostri vestiti preferiti.

Decorare l’esterno della vostra pochette come meglio preferite.

 
 
Reggiseno come suola per scarpe

Se avete delle scarpe chiuse del tipo stivali lunghi, tronchetti o stivaletti particolarmente scomode per i vostri piedi ed il solo il pensiero di doverle indossare un’altra volta vi fa accapponare la pelle, una delle soluzioni più adatte e rapide è quella di mettere una suola.

Basterà tagliare tutte le bretelle e le fasce, lasciando solo le coppe senza ferretto interno.

Se il reggiseno è decorato con merletti o pizzi, rimuoverli in modo tale da non occupare spazio inutile nella vostra scarpa.

Inserire, all’interno della calzatura una o due coppe, previamente unite, in base alla grandezza della vostra scarpa e quindi del vostro piede.

 
 
Reggiseno come mascherina per viso

Un’altra simpatica soluzione che potete adottare per riciclare il vostro reggiseno è quella di creare una mascherina protettiva che, grazie al tessuto dell’imbottitura creato con una trama estremamente fitta, permette di filtrare la maggior parte delle impurità presenti nell’aria.

Basterà semplicemente tagliare una delle due coppe insieme alla fascia laterale con la chiusura a gancio, ma lasciare intatta la bretella monolaterale.

Adesso basterà semplicemente adagiare i due filamenti della bretella sulle vostre orecchie e posizionare la coppa in prossimità della bocca e del naso, ottenendo così una mascherina filtrante.

 
 
Reggiseno come diffusore di profumi

Se invece non siete delle fan accanite dell’ “home made” ma comunque non avete intenzione di buttare i vostri vecchi reggiseni, potrete utilizzarli come diffusore di profumi in piccoli ambienti.

Infatti basterà semplicemente spruzzare il profumo che preferite o bagnare con qualche goccia di olio essenziale il vostro reggiseno.

Una volta profumato, attendete un paio di ore affinché la fragranza venga ben assorbita, e posizionatelo all’interno di un armadio o in un cassetto, ottenendo così un buon odore anche tra i mobili della vostra casa.

 
 
Guarda gli esempi più belli:


 



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...