11 alimenti da coltivare a casa in giardino

ortaggi da coltivare in casa

 

 

Coltivare un piccolo orto in giardino o sul balcone di casa è un ottimo modo per risparmiare e assicurarsi della qualità di ciò che si mangia; anche se molti non lo sanno, uno dei modi più semplici per avviare il proprio orticello consiste nel riutilizzare gli avanzi delle verdure che normalmente butteremmo.

Sebbene possa inizialmente sembrare una cosa disgustosa, in realtà si tratta di un processo assolutamente naturale: utilizzando i semi o le parti avanzate degli ortaggi che abbiamo consumato, infatti, possiamo fare ricrescere tutta la pianta. Nella maggior parte dei casi, inoltre, si avrà una crescita più facile e più veloce di quella che avremmo se provassimo a piantare lo stesso ortaggio con i semi acquistati in un negozio di giardinaggio.

 

Che genere di frutta e verdura si può coltivare a casa?

Esistono moltissimi ortaggi che possono essere fatti ricrescere a partire dai loro avanzi: ecco alcuni tra i più comuni, che molto probabilmente avete già in casa:

BASILICO
mettete uno stelo in acqua, in una zona luminosa ma non direttamente esposta alla luce del sole. Dopo qualche giorno, quando saranno cresciute le radici, potrete interrarlo in un vaso. QUANDO: da aprile a ottobre.

 

rinvasare basilico

 

SEDANO
mettete la base del gambo in acqua e lasciatela in una zona luminosa. Anche in questo caso, quando saranno cresciute le radici dovrete ripiantarlo in un vaso. QUANDO: da aprile a giugno.

sedano in vaso coltivazione

 

 

AGLIO
sarà sufficiente piantare uno spicchio d’aglio in un vaso, con la radice puntata verso il basso. Se ogni volta che lo utilizzerete ripianterete uno spicchio d’aglio, non dovrete mai più ricomprarlo! QUANDO: ottobre e novembre quello rosa, febbraio / marzo quello bianco.

aglio coltivazione

 

CIPOLLOTTI
mettete le estremità bianche in acqua, e aspettate che ricrescano. Non è necessario ripiantarli: in due settimane ricresceranno e potrete riutilizzarli! Lo stesso procedimento vale anche per i porri. QUANDO: da febbraio a giugno.

cipollotto orto casa

 

CIPOLLE
come per l’aglio, tagliate la parte inferiore con le radici e ripiantatela in un vaso con le radici verso il basso. QUANDO: da febbraio ad aprile.

coltivare le cipolle

 

ZENZERO
prendete un pezzetto di radice e interratela parzialmente in un vaso, lasciando al sole una parte esposta. In breve tempo avrete una piantina dalla quale potrete togliere la radice, per poi ripiantarne nuovamente un pezzetto. QUANDO: da fine settembre a fine aprile.

zenzero come coltivarlo

 

PATATE
prendete una vecchia patata, possibilmente una che abbia già fatto i germogli, e tagliatela a pezzi spessi, con i germogli ben distanziati. Fate asciugare i pezzi per n paio di giorni e poi interrateli in un grosso vaso, a circa 10 cm di profondità e con i germogli verso l’alto. Scegliete un vaso abbastanza grande, e tenete conto del fatto che avrete bisogno di aggiungere della terra. QUANDO: da marzo a luglio.

coltivare patate nell'orto

 

POMODORI
sciacquate i semi, asciugateli e piantateli in un vaso; quando la pianta inizierà a crescere potrete spostare il vaso in giardino. QUANDO: da fine marzo (a febbraio in serra)

pomodori in vaso

 

Se invece non avete fretta potete cimentarvi nella crescita di veri e propri alberi: servirà qualche anno per vedere il risultato, e naturalmente avrete bisogno di un giardino, ma di certo ne sarà valsa la pena. Sebbene per alberi come meli e peschi sia sufficiente interrare i noccioli, per altri alberi servono processi più particolari:

CILIEGE
raccogliete i noccioli di ciliegia, lavateli bene e metteteli in frigorifero per 2-3 mesi insieme a un po’ di terra. Passato questo tempo, piantate l’albero all’aperto: ci vorrà molto tempo affinché l’albero cresca ma i risultati saranno fenomenali.

ciliege in orto

 

CASTAGNE
anche in questo caso sarà sufficiente piantare le castagne in una zona soleggiata. Se pianterete molti alberi vicini tra di loro, si impollineranno a vicenda e daranno più frutti.

castagne albero

 

AVOCADO
dopo aver lavato il seme, sospendetelo a metà in acqua utilizzando degli stuzzicadenti, e tenetelo in un luogo caldo finché non saranno cresciute le radici, in circa un mese. Mantenete le radici a una lunghezza di 4-6 centimetri, tagliandole se diventano troppo lunghe: quando inizieranno a crescere le foglie sarà il momento di piantare tutto nel terreno.

crescere avocado casa

 

Guarda come può crescere un avocado partendo dal seme:

 

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus


Scrivi il tuo commento