Come risparmiare sulla riparazione del vetro dello smartphone

vetro smartphone riparazione



 

 

Non ci sono più i cellulari di una volta! Eh già…come scordarsi i cari vecchi Nokia 3310 e 3330? I vecchi modelli della casa produttrice svedese richiamano alla memoria gradevoli ricordi, anche perché nonostante le funzionalità erano basilari e ridotte all’osso, essi avevano una resistenza agli urti e alle cadute davvero notevole. Scherzando, si potrebbe affermare che nemmeno i colpi di un fucile potevano scalfirli!

Gli smarphone di ultima generazione, che ormai hanno assunto il ruolo di un mini pc portatile, hanno intrinseca una delicatezza che, molto spesso, determina rotture dello schermo ed inevitabili e spesso gravosi esborsi economici per ripararli.

Come risparmiare sulla sostituzione del vetro touch di uno smartphone è l’argomento che tratteremo in questo articolo.

Per poter risparmiare veramente su questa particolare operazione, evitando quindi l’assistenza, bisogna rimboccarsi le mani e fare tutto da soli. Non si tratta di un’operazione molto complicata, ma è fondamentale agire con la massima delicatezza. Ecco tutte le fasi elencate:

1) Acquistate in un centro specializzato (o in un negozio online, per risparmiare ulteriormente) il nuovo vetro, dotato di pellicola, che deve naturalmente essere compatibile con il vostro modello di smarphone.
2) Procurarsi una pistola termica (in alternativa un phon), un plettro di plastica (per danni molto ingenti), una limetta sottile e un panno in microfibra e disporre tutto su di un tavolo.
3) Spegnere lo smartphone, togliere la batteria, la sim o micro-sim e la scheda SD.
4) Riscaldare il vetro con la pistola termica (settata al minimo) per due minuti o, in alternativa, con il phon per otto-nove minuti.
5) Controllare che l’adesivo sotto al vetro si sia sciolto e poi sollevare quest’ultimo con la limetta di plastica. Il plettro è utile nel caso di danni molto ingenti, al fine di sradicare tutti i pezzi senza danneggiare il touch screen.
6) Pulire il display con il panno; se possibile versare un po’ di liquido per lenti, per depurare il tutto.
7) Porre la pellicola adesiva lungo i bordi.
8) Posizionare il vetro nuovo sullo smarphone.
9) Reinserire sim, batteria e scheda SD e chiudere il tutto.

Ecco fatto! Avete cambiato il vetro del vostro smartphone, che ora è come nuovo! Ciò vi ha consentito di risparmiare alcune decine di euro sulla manodopera.
Quelli tra di voi che risiedono nella Capitale e manualmente ritengono di avere qualche limite di troppo, possono ottenere dei buoni risparmi recandosi presso una delle due sedi di questo centro assistenza Samsung Roma.

Guarda il video tutorial per Samsung Note

 



Scrivi il tuo commento
Potrebbero interessarti anche...