Hai paura di spendere soldi?

paura di spendere soldi

 
Mettere da parte soldi è una buona soluzione per proteggersi da imprevisti e dormire la sera in modo tranquillo. Tutti vorrebbero risparmiare senza fatica e accumulare una certa cifra da tenere in banca, ma occorre saper bilanciare quanti soldi conviene “non toccare” e quanti spenderne per godersi la vita. Se hai paura di restare senza soldi, ti consiglio di leggere questo articolo, prima che questo tipo di comportamento diventi una vera e propria ossessione.

 
 

Attaccamento al denaro: paura o malattia?

Tutti conoscono almeno una persona tirchia; qualcuno che non lascia la mancia al ristorante oppure che non esce proprio fuori a mangiare, che indossa gli stessi abiti finché non sono pieni di buchi e praticamente inutilizzabili, che non fa mai regali, insomma che spende sempre il minimo possibile, sia per se stesso che per gli altri.

Si tratta di una vera e propria paura di spendere, che può avere radici profonde e che non dipende in alcun modo dall’entità del proprio stipendio; alcune delle cause possono essere, ad esempio, l’insicurezza economica avuta durante l’infanzia o la giovinezza, oppure una paura di perdere il controllo e rimanere senza denaro. Nei casi più gravi, per riuscire a superare questa situazione può essere necessaria una terapia psicologica.

Naturalmente, non è tutto bianco e nero, e nella maggior parte dei casi è possibile attuare dei cambiamenti e iniziare a formare delle nuove abitudini. Il primo passo consiste nell’evitare di preoccuparsi per ciò che non si può controllare: molti di coloro che hanno paura di spendere hanno in realtà paura degli imprevisti e degli incidenti che possono capitare nella vita, e di non riuscire ad affrontarli dal punto di vista economico. Ma questa non è la soluzione: certo, è sempre opportuno avere a disposizione dei risparmi, ma lasciarsi ossessionare dalle possibilità negative non servirà a nulla.

Un altro aspetto da modificare è la paura dei cambiamenti; per questo motivo, non bisogna cercare di attuare un cambiamento estremo da un giorno all’altro, ma bisogna procedere a piccoli passi. Per esempio, si può decidere di andare a prendere un caffè al bar e di lasciare una piccola mancia. Si tratta di costruire, pian piano, nuove abitudini che andranno a sostituire quelle vecchie, di cui vogliamo liberarci.



Chi normalmente soffre di questa paura di spendere dovrebbe riuscire a spendere il denaro nel modo giusto. Ci sono due modi principali per farlo: il primo consiste nello scegliere la qualità al posto del risparmio. Ad esempio, molto spesso le persone ossessionate dal risparmio scelgono sempre di acquistare ciò che costa di meno, ad esempio comprando un paio di scarpe particolarmente economiche. Nel momento in cui le scarpe, dopo qualche mese, si usurano del tutto ne comprano un altro paio altrettanto economico, perché dopotutto hanno già speso molto sul primo paio di scarpe. Si crea così un circolo vizioso che non porta a un risparmio effettivo, anzi: nel corso del tempo si finisce per spendere una cifra maggiore. La soluzione consiste dunque nell’acquistare prodotti di maggiore qualità, anche se questo significa spendere di più.

Il secondo consiglio è invece quello di investire nelle esperienze invece che nei beni materiali. Nel tempo, infatti, i beni materiali si usurano, si rovinano o si rompono; basti pensare ad esempio a una macchina nuova, e a quanto ci rimaniamo male la prima volta che graffiamo accidentalmente la carrozzeria. Rovinare un’esperienza è invece molto più difficile, perché i ricordi e le esperienze ci accompagnano ovunque noi andiamo. Tutto può essere un’esperienza: un viaggio, un corso di lingue, ma anche un libro nuovo o semplicemente un film al cinema.
Infine, molto spesso le persone ossessionate dal risparmio sono restie a investire il proprio denaro, temendo di perderlo. Esistono però investimenti a basso rischio, che sono certamente preferibili rispetto al tenere il denaro sotto il materasso. Imparare a investire una parte del proprio denaro può essere molto difficile, ma può dare molte soddisfazioni.

 

Essere ricchi e non godersi la vita: una storia vera

Dave Ramsey, un consulente finanziario e presentatori di molti show televisivi sul denaro e sulla finanza, ha recentemente ascoltato la storia di Kevin, un elettricista di Atlanta che nel corso della sua carriera ha messo da parte quasi due milioni di dollari e che ora, alle soglie della pensione, ha paura di spenderli. Il consiglio di Dave Ramsey è stato quello di abituarsi, pian piano, a spenderli, creando essenzialmente un budget “al contrario”; concordando insieme alla moglie, dunque, un certo importo mensile da spendere in attività ricreative. Continuando con gli esempi, Dave Ramsey suggerisce a Kevin di prendere l’importo che prima spendeva, ad esempio, in un viaggio con la moglie, e di raddoppiarlo. Dopo avere risparmiato e lavorato per tutta la vita, Kevin si merita una bella vacanza, e per averla deve imparare a spendere il denaro che ha faticosamente messo da parte.

Quello di Kevin è un obiettivo che a molti di noi potrebbe sembrare completamente irraggiungibile; risparmiare così tanto da non sapere come spendere il proprio denaro. Naturalmente si tratta di un caso estremo, ma la realtà è che nella maggior parte dei casi le persone che hanno più paura di spendere non sono quelle che si trovano realmente in difficoltà economiche, ma quelle che invece vivono estremamente al di sotto dei propri mezzi, e che possono permettersi di spendere un pò di più.

 

Ascolta la storia di Kevin in lingua originale:

 

Potrebbero interessarti anche...
Scrivi il tuo commento