Risparmiare sulla lavatrice: i consigli per un uso intelligente

lavatrice quando farla per risparmiare

 




 

Fare il bucato è una delle attività quotidiane che si svolge in tutte le case. Avere una buona lavatrice, efficiente e dotata di programmi personalizzati, è sicuramente molto utile per ottimizzare sia i tempi sia i costi di utilizzo. Ma ci sono altri trucchi per poter vedere diminuire la bolletta dell’elettricità grazie all’uso intelligente della lavatrice? La risposta è .
 
 

La lettura dell’etichetta energetica della lavatrice

L’etichetta energetica della lavatrice è incollata sull’elettrodomestico stesso e riporta tutte le caratteristiche relative all’efficienza dell’apparecchio.

Partendo dall’alto si trovano, innanzitutto, il logo ed il nome del marchio della casa produttrice. Immediatamente sotto, c’è il grafico di riferimento delle classi energetiche, molto ben visibile e colorato e, sulla destra, in grande, la specifica della classe di appartenenza dell’elettrodomestico in questione.

Nella classificazione standard delle classi di consumo la lettera “A” rappresenta quello minore. L’eventuale numero di “+” abbinati alla “A” denotano un’efficienza ancora maggiore.

Le lavatrici più ecologiche, e che consumano meno energia di tutte, attualmente, sono quelle in classe “A+++“. Sotto il grafico delle classi si trova un box con all’interno il dato medio del consumo energico per lavaggio, espresso in KWh. Questo dato si riferisce ad un programma per cotone a 60° e dà l’idea del consumo medio della lavatrice in questione. Scendendo lungo l’etichetta troveremo, progressivamente, i dati dell’efficienza di lavaggio, su una scala dove “A” è efficienza massima e “G” minima, i dati della capacità di centrifugazione sempre su una scala da “A” a “G”, i dati sul consumo d’acqua per un lavaggio con programma per cotone a 60° ed, infine, i dati sulla rumorosità.

Visivamente è tutto molto intuitivo, anche perché le etichette della lavatrice sono schematiche ed organizzate con colori, simboli e box ad evidenziarne i concetti.

 
leggere etichetta lavatrice energia

 

Il momento migliore della giornata per risparmiare

I piani tariffari dei maggiori distributori di energia elettrica prevedono, praticamente tutti, la possibilità di scelta tra la cosiddetta tariffa monoraria e quella bioraria. Scegliendo la prima ipotesi si pagherà un prezzo fisso durante tutto l’arco delle 24 ore, indistintamente in giorni festivi e feriali. Con le tariffe biorarie, invece, applicabili a chi possiede un contatore elettronico autonomo, è possibile selezionare una o due fasce orarie in cui l’energia sarà elargita a prezzo scontato.

In genere sarà proposto di avere, come fasce orarie a prezzo vantaggioso, le ore serali e notturne ed i giorni festivi. Questa è anche una scelta ecologica a largo spettro in quanto, così facendo, si contribuisce a differenziare i carichi di energia della propria zona di residenza.

Di giorno le aziende, gli uffici, i negozi e tutte le attività produttive e commerciali utilizzano grandissimi volumi di energia elettrica. Se quella domestica viene risparmiata ed utilizzata la sera, si contribuirà a spalmarne i volumi in modo più omogeneo, riducendo i rischi di black out, di sovraccarico e d’inquinamento. Controllate sulla bolletta della luce se nel contratto è prevista la fascia bioraria o solo mono.
 

Oltre alla scelta della lavatrice e all’orario in cui si attiva, bisogna fare attenzione a come si imposta. Se non disponete di una lavatrice di ultima generazione, è bene seguire questi semplici consigli:

  • preferite l’ammollo al prelavaggio, vi farà risparmiare sino al 30% di elettricità risparmiando anche sull’acqua
  • programmi a basse temperature consumano meno
  • mezzo carico non fa rima con “notevole risparmio”. E’ sempre meglio riempire la lavatrice e farla andare piena

 
In caso di superofferte dei centri commerciali, quando si vedono lavatrici a 199 euro, considerate l’efficienza energetica (almeno classe A) e verificate se ci siano le seguenti funzioni:
– programma di avvio ritardato
– Programma ecologico
– lavaggio rapido

 

Tecnologia Inverter: fa risparmiare?

La tecnologia Inverter ha eliminato le spazzole meccaniche, necessarie al funzionamento del motore della lavatrice, sostituendolo con dispositivi elettronici. I vantaggi di questo sistema consistono innanzitutto nella possibilità di personalizzare i cicli e le temperature di lavaggio in base alla tipologia di bucato. Questo evita gli sprechi sia di corrente che di acqua che di tempo. In secondo luogo, il motore Inverter protegge i componenti della lavatrice, rendendoli più resistenti e meno soggetti all’usura. Questo è possibile grazie all’eliminazione delle spazzole che, continuamente, frizionavano contro i dispositivi meccanici del motore, rovinandoli. Un ultimo importante miglioramento che la tecnologia Inverter ha apportato alle lavatrici di nuova generazione è la silenziosità. Gli elettrodomestici ad Inverter, infatti, sono estremamente silenziosi, tanto da poter essere utilizzati anche di notte, in condomini od appartamenti con altri adiacenti o confinanti, senza destare alcun fastidio né agli abitanti della casa, né ai vicini.

 

Le lavatrici ad alte prestazioni

 

LG TurboWash

Ci sono due lavatrici di recentissima generazione che stanno attirando l’attenzione del pubblico. La prima è la LG TurboWash. Un elettrodomestico che supera l’etichetta delle classi energetiche, in quanto le è stato assegnato un punteggio di “A+++ -30%” il che significa che consuma il 30% in meno rispetto ad una “A+++”.
Questa lavatrice, a motore Inverter garantito 10 anni, permette di risparmiare grazie all’innovativo metodo di lavaggio e risciacquo.

Il nuovo sistema TurboWash sostituisce il tradizionale risciacquo in ammollo ad un risciacquo a doccia, fatto con acqua pulita mentre il cestello ruota. Questo permette di ottimizzare i tempi mantenendo intatti gli alti livelli di prestazione con un notevole risparmio d’acqua. Inoltre, LG Turbowash ha programmi che consentono il perfetto lavaggio di alti carichi di bucato, fino a 9 kg, in meno di un’ora. Anche questo è motivo di risparmio, in termini di elettricità, oltre che di tempo.

LG TurboWash ha, tra le sue molte funzioni, una serie di programmi personalizzati ed abbinabili, per dare ad ogni carico di bucato il giusto input di lavaggio ed ottimizzare così tempi, costi e risultati.

 
turbo wash lg opinioni
 

 

Samsung AddWash

La seconda lavatrice innovativa è proposta da Samsung e presenta il sistema AddWash. Si posiziona in classe “A+++ -40%” superando, in risparmio energetico, anche la TurboWash. Al momento è la lavatrice in miglior classe energetica presente sul mercato. Samsung AddWash, naturalmente dotata di motore Inverter estremamente silenzioso, ha molte funzioni interessanti. Una tra tutte l’applicazione domotica che permette di gestirla comodamente dal proprio smartphone, tramite tecnologia wifi. Inoltre ha molti cicli di lavaggio personalizzabili e combinabili, la possibilità di modificare la temperatura per tutti i cicli di lavaggio e la centrifuga regolabile da 0 a 1400.

Il nome AddWash deriva dalla novità del doppio oblò. Grazie a questo sistema è possibile aggiungere ulteriori capi da lavare a ciclo già iniziato: questo è un grande risparmio, se si pensa a quante volte si fa una lavatrice solo perché si è dimenticato di svuotare, ad esempio, la borsa della palestra.

Samsung AddWash ha ben tre programmi eco, che mirano a ridurre i tempi e l’impiego di acqua ed elettricità. Inoltre, questa Samsung dà la possibilità di attivare un programma specifico per la pulizia e l’igienizzazione del cestello: in pratica è come fare la manutenzione ad ogni lavaggio, per una garanzia di durata e mantenimento delle prestazioni sul lunghissimo periodo.

Due prodotti estremamente interessanti che aprono una nuova porta sul mondo del bianco: quella dell’alta tecnologia.

 
lavatrice Addwash opinione
 

Potrebbero interessarti anche...
Scrivi il tuo commento