6 piattaforme alternative a Skype per fare videoconferenze

 



 

L’evoluzione tecnologica ha permesso a tutti quanti di rimanere in contatto grazie alle telecomunicazioni, oltre che le tipiche chat tra amici e sconosciuti.
Ebbene, una tra le piattaforme più conosciute e finalizzate principalmente alla videoconferenza è proprio Skype.

Quest’ultima infatti ha ottenuto un successo tale da rimanere tutt’ora tra le piattaforme incoronate nella classifica, ma vi sono anche altre piattaforme apposite alle videoconferenze.
Ognuna infatti, pur avendo la medesima funzionalità, può anche essere differente nelle caratteristiche.

Di seguito, vi è possibile trovare ben sei piattaforme alternative a Skype.

 
 
Zoom

 
zoom app
 

Zoom Cloud Meetings è una piattaforma adatta a chi ha l’esigenza di realizzare videoconferenze scolastiche o meeting video. Garantisce varie funzionalità, compresa la condivisione dello schermo e alcuni strumenti collaborativi: questi ultimi sono particolarmente utili nel caso in cui utilizziate Zoom per riunioni di lavoro a distanza o per la condivisione di contributi ed idee.

Zoom vanta, nel particolare, la sua semplicità d’uso. Infatti, la piattaforma è caratterizzata da comandi semplici ed intuitivi, e gli strumenti sono inoltre stati ottimizzati al fine di ospitare una intera classe virtuale, nel caso abbiate la necessità di utilizzarlo per la scuola.

Creando una teleconferenza tramite Zoom, sarete capaci di gestire in cui seguito la propria comunicazione, scegliendo inoltre se disattivare o attivare il proprio video o quello altrui; stesso concetto è valido per i microfoni.

E’ inoltre possibile per voi registrare la videoconferenza, così da poterla rivedere in seguito, oltre che farla vedere.

Infine, Zoom non necessita di una rubrica interna al fine di creare delle telecomunicazioni: è necessario avere una apposita casella elettronica o ulteriori servizi di messaggistica, quali Whatsapp, Telegram, Messenger o ulteriori.

 
 
Whereby

 
whereby app
 

Whereby è un tool apposito per le videoconferenze, e adatto sia a professionisti che a neofiti.

Nello specifico, Whereby consiste in uno strumento di collaborazione adatto a coloro che desiderano tenere delle riunioni video, o anche delle videoconferenze private.
Non sono necessarie sessioni di login o download di piattaforma.

Nello specifico, questo programma vanta le seguenti caratteristiche:

  • Video e audio bidirezionali;
  • Accesso tramite dispositivi mobili;
  • Chat istantanee;
  • Chat private;
  • Condivisione dello schermo;
  • Strumenti e streaming della presentazione;
  • Videoconferenze;
  • Votazioni elettroniche;
  • Webcasting.

 
 
Hangouts

 
hangouts app
 

Hangouts è una piattaforma che vi permettere di tenere delle conversazioni non solo tramite videochiamate totalmente gratuite, ma anche tramite foto ed emoji.

Tali conversazioni inoltre, che siano in gruppo o a due, risultano essere del tutto intuitive e semplici da iniziare. E’ possibile utilizzarlo tramite i dispositivi Apple e Android.

Le conversazioni di gruppo sono ricche di funzionalità: vi sarà infatti possibile inviare emoji e foto, e vedere inoltre quanto le persone partecipano ad un Hangout.

Le videochiamate di gruppo possono raggiungere un massimo di 10 utenti.

 
 
Facebook Messenger

 
messenger app
 

Tramite la piattaforma Facebook è anche possibile fare delle video-chiamate, che raggiungono un massimo di 50 utenti: di questi, solo sei utenti potranno condividere lo schermo, mentre le restanti 44 potranno solo condividere l’audio. Questa piattaforma può essere utilizzata sia dagli smartphone che dal browser sul vostro PC.

Al fine di far partire la videochiamata, è necessario cliccare sull’icona apposita. Si consiglia di utilizzare una rete Wi-Fi.

 
 
Google Meet

 
google suite app
 

Un’ulteriore piattaforma di videoconferenze alternativa a Skype, è quella di Google Meet.

Quest’ultima è stata progettata per chi lavora in azienda e ha la necessità di condividere istantaneamente delle idee o contributi con i colleghi.
Meet è inoltre capace di eliminare ogni inconveniente che tipicamente può presentarsi durante una videochiamata di lavoro. E’ necessario condividere un link o configurare la riunione, così da evitare alcuni inconvenienti legati ai plug-in sbagliati o ulteriori fattori.

Tale piattaforma risulta essere integrata con G Suite: è quindi possibile partecipare alle proprie riunioni direttamente tramite un invito e-mail o un evento di Calendar.

 
 
Teams di Microsoft

 
teams microsoft app
 

Tramite quest’ultima piattaforma, è possibile condividere la vostra opinione non solo tramite videoconferenze, bensì tramite l’utilizzo di adesivi, emoji o GIF.

E’ inoltre possibile creare delle videochiamate istantanee di gruppo, e si possono aggiungere gli utenti tramite varie piattaforme: sistema telefonico, chiamata per teams, instradamento diretto e piano per chiamate.

Grazie a questa piattaforma si eliminerà tutto lo stress dovuto alla ricerca dei documenti e al dispendio di tempo dovuto a quest’ultimo: sarà infatti capace, durante le videoconferenze, modificare e condividere file di PowerPoint, Excel o Word.

 
 



Scrivi il tuo commento

Una risposta

  1. Gabriele ha detto:

    Io ho scoperto Zoom in queste ultime settimane e lo trovo ottimo. Molto meglio di Skype se vuoi fare delle riunioni online o delle presentazioni video.

Potrebbero interessarti anche...